Cosa vedere in Vietnam: città e luoghi di interesse da visitare

Negli ultimi mesi ci sono arrivate dai lettori del nostro blog varie richieste su cosa vedere in Vietnam. Domande relative alle principali città del Paese, alle mete da non perdere, e ai migliori itinerari che consentono di vistare il Vietnam in due settimane senza rinunciare a un soggiorno al mare o a una crociera nella Baia di Halong. Curiosità e informazioni utili su cosa visitare in Vietnam seguendo un percorso che dall’estremo nord del Paese procede verso sud toccando le località più importanti e i luoghi di interesse culturale e naturalistico, mete irrinunciabili nel vostro prossimo viaggio. Con la speranza di aver risposto a parte delle vostre domande ecco qua di seguito una guida alle principali località e città del Vietnam.

Tour in Vietnam
Tutti gli itinerari in Vietnam di In Asia Travel

Visitare il Vietnam

Città del Vietnam da vedere e principali destinazioni

Bac Ha (Vietnam del nord)

Nell’estremo nord-est del Vietnam tra impervie montagne, valli profonde e fotogenici terrazzamenti di campi di riso troviamo Bac Ha. La città è capitale dell’omonimo distretto abitato dall’etnia Mong Fiore, uno dei 54 gruppi etnici ufficialmente riconosciuti nel Paese. Tra le città del Vietnam presenti in questa guida, Bac Ha conserva intatta quell’atmosfera rilassata e rurale tipica della maggior parte delle località di montagna del Vietnam del  nord. Molto più che in pianura la gente, da queste parti, nonostante il crescente boom turistico, è accogliente, sorridente e rilassata. Al centro di tutto il mercato, mentre una spettacolare cornice naturalistica invita il viaggiatore al trekking e all’esplorazione dei dintorni di Bac Ha.

Cosa fare e vedere a Bac Ha:

  • Il mercato domenicale;
  • La crociera sul fiume Chay;
  • Trekking ai villaggi tribali.

Villaggi tribali nel Vietnam del nord
Villaggi tribali © Gabriele Stoia

Sapa (Vietnam del nord)

Sapa è una vecchia città del Vietnam del nord che conserva ancora tracce dell’epoca coloniale con la sua chiesa in pietra di epoca francese. La città si trova nel bel mezzo di un paesaggio così scenograficamente esaltante che sembra messo lì apposta da un ufficio di promozione turistica. E invece la natura e le attività umane, prime fra tutte quelle delle etnie che abitano l’area, hanno modellato il paesaggio con dolci terrazzamenti, campi di mais e sentieri battuti dalla gente del posto; e poi valli e cascate, fiumi e ruscelli, boschi di pini che rendono Sapa così suggestiva da rimpiangere l’inevitabile momento della partenza. Se soffrite di botte di nostalgia, meglio fare attenzione a Sapa.

Cosa fare e vedere a Sapa:

  • Trekking nella valle Muong;
  • Mercato prodotti etnici;
  • Escursioni ai villaggi: etnie Zday, Dao Rosso e H’Mong.

Da vedere nel Vietnam del nord: Trekking Muong Valley
Trekking Muong Valley

Hanoi (Vietnam del nord)

Le città del Vietnam che abbiamo visitato fino adesso sono poco più che villaggi nell’estremo nord del Paese. Giunti in pianura, nella città di Hanoi, capitale del Vietnam, le vie affollate di auto e motorini (tanti motorini), gli onnipresenti venditori, le immancabili bancarelle di street food, possono generare un certo trauma. Superato lo shock iniziale e usciti vivi dall’attraversamento stradale siamo pronti per visitare una delle città più intriganti e folli del Vietnam. E il miglior punto di partenza non può che essere il Quartiere Vecchio con le sue 36 vie, i negozi tradizionali e il suo mercato notturno. Dopo questa immersione nella tradizione di Hanoi ci aspettano il Mausoleo di Ho Chi Minh, la curiosa pagoda a pilastro unico, il Tempio della letteratura (costruito nel XI secolo) e nella parte antica della città il Lago della Spada restituita.

Cosa fare e vedere a Hanoi:

  • un giro nell’Old Quarter;
  • lo street food;
  • la Pagoda a pilastro unico;
  • attraversare il romantico ponte in legno rosso di Hanoi;
  • il Tempio della Letteratura;
  • la cittadella imperiale di Thăng Long;
  • il Lago della Spada Restituita.

Cose da vedere in Vietnam: Tran Quoc Pagoda, West Lake Hanoi
Tran Quoc Pagoda, West Lake Hanoi

Huè (Vietnam centrale)

La poetica Huè deve gran parte della sua poesia al fiume che l’attraversa. Il fiume Huong (Fiume dei Profumi) raccoglie in autunno i fiori di orchidea che cadono nelle sue acque dalle quali proviene il dolce profumo che dà il nome al fiume. Una passeggiata lungo le sue rive e una sosta sulle numerose terrazze in pietra che si affacciano sulle sue acque sono un buon modo per apprezzare questa incantevole città del Vietnam centrale. E poi ci sono le visite ai tanti monumenti che custodisce, esempi architettonici di quando la città fu capitale del Vietnam unito durante il regno dei 13 imperatori (1802-1945).

Cosa fare e vedere a Huè:

  • una passeggiata lungo il Fiume dei Profumi;
  • visita alla Thien Mu (la Pagoda della Celeste Signora);
  • la Cittadella Imperiale;
  • la Tomba dell’imperatore Minh Mang.

Città da visitare nel Vietnam: Huè e la sua cittadella imperiale
Cittadella Imperiale, Hue

Tour centro Vietnam
Huè, il Fiume dei Profumi e l’antica città mercantile Hoi An

Ponte coperto di Hoi An

Hoi An (Vietnam centrale)

Meglio conosciuta come la città delle lanterne, Hoi An è un concentrato di magia e romanticismo, il cui tesoro più prezioso coincide con il centro storico della città. Entrato a far parte del Patrimonio dell’Unesco nel 1999 conserva intatte le caratteristiche che hanno reso ricca e famosa questa città del Vietnam centrale. Tra il XVI e il XIX secolo Hoi An ha accumulato ricchezza e prestigio grazie al fiume Thu Bon che l’attraversa, diventando un crocevia di traffici commerciali con il Giappone, la Cina e le colonie europee del sud-est asiatico. Lasciatevi sedurre dalla magia di girovagare senza meta tra le strette vie del centro per un viaggio indietro nel tempo ai fasti di una delle più suggestive città del Vietnam.

Cosa fare e vedere e Hoi An:

  • il raffinato Ponte Giapponese, uno dei simboli di Hoi An;
  • la vicina pagoda Cau Cha;
  • il Tempio Fukien costruito nel XVII secolo;
  • la Casa di Phung Hung risalente all’Ottocento.

Il Fiume Thu Bon, Hoi An, uno dei luoghi più suggestivi in Vietnam
Fiume Thu Bon, Hoi An


Ho Chi Minh (Vietnam del sud)

Nell’estremo sud del Paese la città del Vietnam che più di tutte è entrata nell’immaginario occidentale. Nata da un piccolo villaggio di pescatori khmer e conosciuta come Prey Nokor, nel XVII secolo, con l’arrivo dei vietnamiti, prenderà il nome di Sai Gon. Nel 1975, alla fine delle Guerra del Vietnam, la città renderà omaggio al padre della liberazione acquisendo il nome attuale di Ho Chi Minh. Occorre del tempo per abituarsi all’affollata e spesso caotica Ho Chi Minh, ma questa città del Vietnam del sud offre al viaggiatore pregevoli monumenti, un delizioso street food e una base di partenza per coloro che intendono esplorare il delta del Mekong.

Cosa fare e vedere a Ho Chi Minh:

  • il mercato Ben Thanh di epoca coloniale;
  • il Palazzo delle Riunificazione;
  • l’Ufficio Postale e la sua architettura in stile gotico e rinascimentale;
  • la Cattedrale di Notre Dame;
  • la Pagoda Thien Hau esempio di architettura cinese;
  • il Museo della Guerra, imprescindibile testimonianza della storia recente del Vietnam.

Cosa vedere in Vietnam da nord a sud

Le città del Vietnam costituiscono una tappa necessaria durante un viaggio nel Paese. Sia per motivi logistici, sia per i tanti luoghi di interesse che custodiscono. Ma alla domanda su cosa vedere in Vietnam non possiamo che rispondere inserendo nella nostra guida anche quei luoghi rappresentati dai paesaggi, dai monumenti, dalle destinazioni culturali, naturalistiche e archeologiche capaci di rendere una vacanza in Vietnam indimenticabile. Qui di seguito una panoramica da nord a sud dei più importanti luoghi di interesse del Vietnam.

Nel Vietnam del nord: distretti di Sapa e Bac Ha

Se alle città preferite la campagna, se amate i paesaggi rurali e non vedete l’ora di scattare delle magnifiche foto di campi di riso e mercati tradizionali e se ancora vi state chiedendo cosa visitare in Vietnam, ecco a voi la soluzione. Un tour nell’estremo nord del Paese: valli incastonate tra le montagne, villaggi tribali e una natura selvaggia a fare da sfondo. Abitati da decine di minoranze etniche diverse, i distretti di Sapa e Bac Ha nel Vietnam del nord, consentono trekking avventurosi. Dal Ma Phi Leng, il passo di montagna più alto di tutto il Vietnam si gode una vista impareggiabile. Le impressionanti cascate di Ban Gioc segnano il confine naturale tra Vietnam e Cina. I sentieri che si intrecciano nella valle Muong in uno dei paesaggi più scenografici del Vietnam del nord.

Passo Ma Phi Lang, il più alto del Vietnam, da cui si gode di una splendida vista
Passo Ma Phi Lang © Gabriele Stoia

Colori e tradizioni del nord Vietnam
Tour alla scoperta di popolazioni etniche e dei paesaggi della Baia di Halong

Baia di Halong

Baia di Ha Long (Vietnam del nord)

Se uno dei luoghi di interesse del Vietnam è entrato a far parte delle Sette Meraviglie naturali del mondo, non è che possiamo metterlo da parte durante un nostro viaggio nel nord del Vietnam solo per l’impressionante quantità di turisti che lo visitano. Premessa doverosa quando parliamo della Baia di Halong, uno dei gioielli naturalistici del Vietnam, un luogo imperdibile, che resta impresso nella mente e nel cuore. La baia di Halong si trova nel golfo del Tonchino e dal 1994 è entrata a far parte dei siti Patrimonio dell’Unesco[1]. All’interno dell’area protetta si trovano 775 isole e una popolazione di circa 1600 abitanti suddivisi in quattro principali villaggi di pescatori. La Baia di Halong è costellata di grotte carsiche e di isole che come torri si elevano per centinaia di metri sopra l’acqua. Un paesaggio antico che ancora conserva resti archeologici dei primi abitanti vissuti qui oltre 7mila anni fa.

Baia di Halong, uno dei paesaggi da vedere assolutamente in Vietnam
Halong Bay © Gabriele Stoia

Dintorni di Ninh Binh  (Vietnam del nord)

Il vero tesoro che riserva la città di Ninh Binh sono i suoi dintorni. È nei suoi paesaggi rurali tra grotte, cascate e scenari da favola che Ninh Binh dà il meglio di sé. Una meta, questa, che non rientra  tra le principali cose da vedere in Vietnam e che, proprio per questa ragione, ha mantenuto un’atmosfera autentica e rilassata. Dovunque voltiate la testa troverete pinnacoli carsici che sembrano usciti da un dipinto come quelli lungo la valle del fiume Tam Coc. Sulla sommità di uno sperone di roccia incontriamo il tempio di Hang Mua, mentre al mattino e al pomeriggio migliaia di volatili affollano le cime degli alberi nel Parco naturale di Cuc Phuong. Una delle destinazioni più poetiche del Vietnam.

Tempio Hang Mua, Tam Coc. Luogo di interesse in VIetnam del nord
Tempio Hang Mua, Tam Coc

My Son (Hoi An)

Cosa vedere in Vietnam se siete appassionati di storia?

Quaranta chilometri a sud-ovest di Hoi An il sito di My Son è la più importante destinazione archeologica del Vietnam. Niente a che vedere con una visita alle rovine di Angkor, ma se non siete troppo esigenti e volete dedicare una mezza giornata a un’esplorazione archeologica, My Son è il luogo che far per voi. Anche perché, in giro per il Vietnam, non ne troverete altri. I templi furono costruiti tra il IV e il XIV secolo come luogo di culto della dinastia Champa. Il paesaggio è molto suggestivo con i templi avvolti dalla vegetazione in mezzo a una piccola valle circondata da colline.

Rovine di My Son, la più importante destinazione archeologica del Vietnam
Rovine My Son

Cu Chi Tunnels (Ho Chi Minh)

Una quarantina di chilometri a nord di Ho Chi Minh si estende un’intricata e invisibile rete di tunnel sotterranei impiegati durante la Guerra del Vietnam per difendersi dagli attacchi americani. La costruzione dei tunnel iniziò negli gli anni ‘40 del Novecento durante la lotta condotta dai vietnamiti contro le autorità coloniali francesi. La loro attuale estensione è il risultato degli ampliamenti condotti nel corso degli anni ‘60 e ‘70 con l’intensificarsi delle Guerra del Vietnam. I tunnel di Cu Chi erano impiegati sia come rifugio che per lo stoccaggio delle armi, dei viveri e come vie di collegamento.  La rete sotterranea era così vasta da raggiungere perfino il confine cambogiano distante oltre duecento chilometri[2].

Tour Sud Vietnam, Saigon e delta Mekong
Il meglio del Vietnam meridionale

Delta mekong e VIetnam del sud

Delta del Mekong (Vietnam del sud)

In Vietnam le destinazioni possono essere molteplici, ma quello che rappresenta al tempo stesso un grandioso paesaggio naturale e una fonte di sostentamento per milioni di persone è la vasta area lacustre del delta del Mekong. Il punto di partenza è la città di Ho Chi Minh con i numerosi autobus che conducono verso sud ai principali punti di interesse della regione. Le città di Ben Tre, Can Tho e My Tho con i loro mercati galleggianti e le caratteristiche abitazioni su palafitte regalano un’atmosfera seducente. Vecchi edifici coloniali, mercanzie di ogni tipo, persone e animali affollano un paesaggio in cui fa da sfondo l’onnipresente Mekong, nella Terra dei Nove Dragoni (cuu long). Potrebbe tornarvi utile la nostra guida “Visitare il Delta del Mekong e il Vietnam del sud” se volete conoscere notizie, curiosità e informazioni sulla regione.

Mercato galleggiante sul delta del Mekong
Mercato galleggiante, Delta del Mekong

Note

1 Ha Long Bay (Baia di Halong), https://whc.unesco.org/en/list/672/, (21 aprile 2020).

2 Tunnel di Cu Chi, https://it.wikipedia.org/wiki/Tunnel_di_Cu_Chi, (21 aprile 2020).


Pin It on Pinterest

Share This