Viaggio in Laos: consigli, visto, quando andare e Wi-Fi

Consigli per un viaggio in Laos: clima, cultura, visto

In questo articolo vi forniamo una guida pocket per il vostro viaggio in Laos, da abbinare alle nostre informazioni utili sul Laos. Troverete consigli pratici per spostarvi nel Paese e per vivere la vostra avventura in tutta sicurezza.

Cascate Kuang Si (© In Asia Travel)

Cascate Kuang Si (© In Asia Travel)

 

Visto d’ingresso per il Laos

La buona notizia per tutti i viaggiatori è questa: visa on arrival!
Questo significa che potrete ottenere il visto per il Laos direttamente all’arrivo in aeroporto o ad uno dei punti di accesso terrestri del Paese.

Tutto quello che occorre per ottenere un visto turistico per il Laos della durata di 30 giorni, lo trovate qui di seguito:

1) Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi e una pagina bianca per il timbro.
2) Modulo di richiesta del visto. Si ottiene direttamente al posto di confine, oppure lo si può scaricare dal sito dell’ambasciata del Laos competente per l’Italia: http://www.ufficiovisti.com/index.php/asia/laos/579-ambasciata-del-laos-competente-per-litalia
3) Due foto formato passaporto. Nel caso ve le dimenticaste, niente panico! Alla frontiera, al costo supplementare di pochi dollari vi scannerizzano la foto del passaporto da applicare al modulo di ingresso. 4) Contanti, fondamentale. Il visto ha un costo di 30 dollari. Potete pagare sia in dollari che in baht (se arrivate dalla Thailandia), niente carta di credito. Per kafkiane ragioni burocratiche il costo in baht è di 45 euro. Tenetelo presente. Gli Euro sono accettati più raramente e con cambi di valuta sfavorevoli.
5) Conservate con voi il modulo di uscita, da riempire alla vostra partenza dal Laos. Un insignificante foglietto che vi farà risparmiare tempo, discussioni alla frontiera e denaro.


Punti di accesso al paese

In volo

Esistono quattro aeroporti internazionali:
Vientiane
Luang Prabang
Pakse
Savannakhet.

Al momento nessun volo diretto tra Italia e Laos. Sta a voi decidere in base al tempo a disposizione e all’itinerario scelto la località di arrivo.

Buddha Park - Vientiane (© In Asia Travel)

Buddha Park – Vientiane (© In Asia Travel)


Via terra

Il visto turistico all’arrivo in Laos è garantito ai valichi terrestri con Cambogia, Thailandia, Cina e Vietnam. Alla data di stesura dell’articolo sono esclusi i punti di accesso terrestri tra Myanmar e Laos.
Verificate sempre e comunque sul sito dell’ambasciata laotiana.

Questi sono alcuni dei punti di confine più popolari e che di solito meglio si adattano ad un viaggio attraverso i maggiori luoghi di interesse del Laos:

Da/per la Thailandia:
Nong Kai – Vientiane
Chiang Khong – Huay Xai

Da/per la Cambogia:
Veun Kham – Dom Kralor

Da/per il Vietnam:
Nam Phao – Cau Treo

 

Patuxai - Vientiane (© In Asia Travel)

Patuxai – Vientiane (© In Asia Travel)

 

Laos: quando andare e periodo migliore

Stabilito come ottenere il nostro visto e scelto l’aeroporto o il valico terrestre per entrate nel Paese, vediamo qual è il periodo migliore per andare in Laos. 

Ci sono due stagioni climatiche in Laos:
stagione secca: da Ottobre a fine Aprile;
stagione umida: da Maggio a Settembre.

Il periodo migliore per visitare il Laos è certamente il primo (in particolare da Novembre a marzo). La temperatura è piacevole in gran parte del Paese, per le zone di montagna dovrete tenere in conto maglioni pesanti, naturalmente. Le piogge sono poche e di breve durata. La foresta tropicale si manifesta in tutta la sua lussureggiante bellezza.

Pha That Luang - Vientiane (© In Asia Travel)

Pha That Luang – Vientiane (© In Asia Travel)


Trasporti: come muoversi in Laos

L’estensione del Paese e la sua morfologia esigono un’attenzione particolare da parte del viaggiatore, soprattutto per itinerari di breve durata e zeppi di cose da vedere. La scelta del mezzo e la conseguente pianificazione del viaggio è quindi molto importante. Qui di seguito trovate alcuni suggerimenti per evitare inutili perdite di tempo.

 

Aereo

La Lao Airlines e la Lao Skyway sono le due compagnie che gestiscono i voli interni. La prima ha notevolmente migliorato negli ultimi anni sia l’offerta interna di voli che la sicurezza dei mezzi impiegati rinnovando la flotta aerea.
I punti dolenti sono i non così rari casi di ritardi nelle partenze e i costi del biglietto piuttosto alti se paragonati alle compagnie aeree low cost europee o di altri Paesi del Sud est asiatico, come la Thailandia.
D’altro canto date le distanze considerevoli tra alcune delle mete di maggiore interesse questa opzione resta comunque la migliore. Risparmierete tempo ed eviterete di percorrere gli stessi itinerari andando dritti alla vostra prossima meta.

 

Bus

Le tre categorie più utilizzate di bus sono: minivan, Vipbus e autobus locali.
Minivan: nella zona montagnosa a nord di Vientiane sono un’alternativa economica e veloce ai grandi bus a due piani. Dato il loro ingombro ridotto (non più di dieci persone) percorrono agevolmente le strette strade del Paese non di rado tappezzate da buche e lavori in corso.

Vipbus: non lasciatevi scoraggiare dal termine Vip. Sono bus turistici dotati di Wi Fi, televisione ( se vi piacciono incomprensibili melodrammi asiatici interrotti da canzoni altrettanto misteriose ) e bagno. Percorrono lunghe distanze con frequenti soste per il ristoro e sgranchirsi le gambe. Viaggiando anche di notte permettono di risparmiare tempo e denaro.

Autobus locali: molto economici, lenti e orari di partenza e di arrivo tarati sul maggior numero di persone che riescono a caricare a bordo. In altre parole quando l’autobus è pieno si parte. Le stazioni si trovano solitamente qualche chilometro fuori città, le agenzie tendono a non prendere in considerazione questo tipo di servizi nell’offerta ai loro clienti. Dovrete perciò andare direttamente alla biglietteria per l’acquisto della vostra corsa.
Nonostante i Bus rappresentino l’opzione più conveniente purtroppo sono anche i meno sicuri. Frequenti sono infatti gli incidenti stradali a causa della carenza delle infrastrutture stradali e dello stile di guida azzardato.

 

Barca

Un’alternativa non proprio economica, ma ricca di fascino e che merita di essere presa in considerazione è il viaggio fluviale. Fino a pochi anni fa gli spostamenti di merci e persone attraverso le vie fluviali del Laos erano la norma dato lo stato  drammatico in cui versavano le sue strade. Oggi tutto questo si è notevolmente ridotto, grazie soprattutto al miglioramento delle infrastrutture.

I due itinerari che vi raccomandiamo sono:

Huay Xay – Luang Prabang e Nong Khiaw – Hat Sa.

I costi del biglietto variano molto dal tipo di barca con cui deciderete di viaggiare, così come i tempi.
In particolare, la tratta Huay Xai – Luang Prabang può essere percorsa scegliendo tra 3 soluzioni a seconda delle esigenze di viaggio e di budget :
barca lenta“: il noto servizio pubblico economico che ferma solo in località Pakbeng per il pernottamento, ma non prevede soste intermedie durante la navigazione, ospita fino a 80 passeggeri, abbastanza rumorosa e non offre il servizio di pasti a bordo;
barca privata condivisa“: un servizio gestito da alcune compagnie private a bordo di imbarcazioni in grado di ospitare al massimo 40 passeggeri, che prevede molteplici soste in villaggi rurali lungo il percorso, oltre alla sosta per il pernottamento a Pakbeng, e include i pranzi preparati a bordo da cuochi laotiani;
barca privata“: un servizio esclusivo a bordo di un’imbarcazione privata che consente di sviluppare un’itinerario personalizzato.

Per la scelta che meglio risponde alle vostre esigenze il consiglio è di affidarvi a tour operator responsabili specializzati in  Viaggi nel Sud Est Asiatico .

Scooter e motorini

Li troverete dovunque ed è il mezzo migliore per spostarsi sulle brevi distanze.
Ad esempio per esplorazioni delle campagne fuori Vang Vieng e Luang Prabang.
Si noleggiano per la giornata o per periodi più lunghi, in questo caso una contrattazione è buona cosa. Prima di scegliere questa opzione fatevi però una domanda. Riuscirei a schivare contemporaneamente una buca in mezzo alla strada, una mucca che procede in direzione opposta e un signore anziano che la sta attraversando? Se la risposta è sì, buona esplorazione!

 

Vientiane - centro città (© In Asia Travel)

Vientiane – centro città (© In Asia Travel)

 

Posso fidarmi del Wi-Fi in Laos?

Decisamente Sì. Tutte le strutture turistiche sono dotate di rete Wi-Fi compresa nel soggiorno e anche la maggior parte dei ristoranti dispone di questo servizio. Nella prima pagina del menù sotto al nome del locale state sicuri che troverete anche la password di accesso.
 

Come pagare in Laos: ATM o contanti?

La moneta del Laos è il Kip e 10.000 kip equivalgono più o meno a 1€.
Gli ATM ( bancomat ) sono presenti in tutte le località turistiche: inserite il bancomat. Selezionate la lingua e digitate la cifra in Kip che volete ritirare.
La commissione in questo caso è piuttosto elevata, più conveniente è il cambio diretto del contante.
Per evitare spiacevoli inconvenienti ritirate il vostro denaro presso un ATM situato all’interno della banca e negli orari di apertura. In questo modo qualunque problema dovesse verificarsi potrete rivolgervi direttamente al personale.
Da ricordare che il kip è una moneta non convertibile. Fuori dal Laos non troverete nessuna banca disponibile a cambiare il vostro denaro che varrà tutt’al più come souvenir.

 

Paesaggio rurale Laos (© In Asia Travel)

Paesaggio rurale Laos (© In Asia Travel)


Pericoli e norme di comportamento

Nonostante sia uno dei Paesi più poveri al mondo, il Laos è un posto molto sicuro. Se decidete di prendere a noleggio un’auto o uno scooter fate molta attenzione al traffico, di ogni genere: animali, bambini, donne, uomini, voragini nell’asfalto, lavori in corso. Tenete ben presente tutto questo e molto altro ancora prima di mettervi in viaggio.


Come vestirsi in Laos

Vestite in maniera sobria e decorosa, evitando pantaloncini o gonne troppo corte e magliette scollate. La testa è considerata sacra, è quindi buona cosa non toccarla, soprattutto nei bambini piccoli.
Nei templi si entra senza scarpe, le donne devono inoltre indossare abbigliamento che copra le spalle e le gambe.
Affidatevi al vostro buon senso, osservando gli abitanti locali e comportandovi di conseguenza.

 

Cura e salute

Portate con voi tutto il necessario per il primo soccorso e un buon repellente antizanzare.
Gli ospedali del Laos non sono all’altezza degli standard occidentali. Per problemi gravi il consiglio è quello di andare in Thailandia, a Bangkok, dove l’assistenza sanitaria è sicuramente migliore.
Detto questo è opportuno riflettere anche sulla possibilità di un’assicurazione di viaggio, in maniera tale da coprire per intero le eventuali spese.

 

Phongsali (© In Asia Travel)

Phongsali (© In Asia Travel)

Pin It on Pinterest

Share This